Coreografia Inter Juventus di aprile 2018

La Juve non brilla ma l’Inter è superata

In attesa della partita del Napoli, che giocherà alle 18 a Firenze, non ci rimane che analizzare la partita di ieri sera, tra Inter e Juventus, finita 2-3.

Al di là del risultato, che certamente fa contento il popolo bianconero, anche ieri sera si sono visti limiti impressionanti dagli 11 juventini.

Partiamo con la formazione, sorvolando su Dybala in panchina, che con l’attacco a 3 sta vedendo sempre poco il campo, la scelta di schierare Cuadrado terzino è certamente singolare. A maggior ragione se si considera che in panchina sedevano Höwedes e Lichtsteiner. Considerato lo stop forzato di De Sciglio, perché non schierare lo svizzero o il tedesco?

A questo punto, considerando la scelta di ieri sera, è quantomeno scontata la partenza di entrambi, ma ritrovarsi nel momento clou della stagione senza un terzino reale è grave, tanto grave; a maggior ragione se si considera la gara del colombiano di ieri sera (prima di essere spostato più in avanti), e la sciagurata scivolata su Perisic sul 2-1 per l’Inter.

Sorvolando sulla formazione, altro aspetto da considerare, sia che si giochi con il centrocampo a tre che con il centrocampo a 2 è la forte lentezza dei mediani di centrocampo. Matuidi, Khedira e Pjanic sono troppo lenti, ogni volta che la palla arriva a loro l’azione ristagna; si sente certamente la mancanza di un giocatore come Pogba ma anche di Vidal o più semplicemente di un Marchisio.

Il risultato di ieri sera certamente è ottimo, permette alla Juventus di guardare ancora dall’alto le avversarie, in qualsiasi modo finirà la sfida di Firenze; inoltre il Napoli avrà l’ostacolo psicologico di dover rincorrere, che certamente farà pesare di più le gambe rispetto alla prospettiva di sorpasso.

Ma il primo posto e il risultato di ieri sera non devono nascondere i limiti di questa squadra. A giugno, qualsiasi sia il risultato di quest’anno e chiunque sia il mister a sedere sulla panchina, serviranno dei rinforzi, a centrocampo e in difesa.

Tornando alla partita di ieri sera, giusto per dire la nostra anche sugli errori arbitrali; certamente la direzione di Orsato è stata disastrosa. Pensiamo sia stato corretto espellere Vecino (anche perché lo stesso Vecino al 7′ meritava già un giallo) per il fallo su Mandzukic, ma allo stesso tempo bisognava espellere anche Pjanic e sulla Juve c’era un fallo dal limite solare vicino al termine, con intervento da ultimo uomo da parte di Skriniar su Higuain.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.